Studio: Via G. Fiamma 15, 20129 Milano Tel : 02 6697907 Cell :347 2282733
Menu


Domanda allo psicoterapeuta:


Dottor Zambello ma ci sono persone che per tutta la loro vita sentono di non essere mai state vive?

Risposta del Dott.Zambello: Platone ci diceva nel "mito della caverna" che molte persone rimangono chiuse, legate all'interno di una caverna e guardano la vita come ombre che si riflettono sulla roccia.Non sono mai nate. La maggioranza.


Aggiunto: Settembre 13, 2020
ELIMINA QUESTA DOMANDA RISPONDI ALLA DOMANDA Guarda IP address


Domanda allo psicoterapeuta:


Buongiorno dott. Zambello, ho fatto la prima seduta con il nuovo terapeuta e non è andata male; inoltre, abbiamo deciso di fare cinque sedute prima di decidere per il prosieguo; in questi giorni, tuttavia, mi è venuta in mente abbastanza spesso la mia ex terapeuta (l'ho persino sognata). Non so come interpretare questa cosa; ovviamente, voglio terminare le cinque sedute, prima di decidere. Lei cosa pensa del fatto che abbia pensato alla mia ex terapeuta e come dovrei comportarmi?

Risposta del Dott.Zambello: É normale che all'inizio un paziente faccia il confronto con il precedente terapeuta. È giusto. Si conceda le cinque sedute e poi decidete.


Aggiunto: Settembre 13, 2020
ELIMINA QUESTA DOMANDA RISPONDI ALLA DOMANDA Guarda IP address


Domanda allo psicoterapeuta:


Buonasera dottore,
a breve inizierò una nuova psicoterapia. Vorrei chiederle: come faccio a capire di aver scelto il terapeuta giusto per me? Grazie

Risposta del Dott.Zambello: Le consiglio prima di iniziare di fare almeno tre sedute per conoscervi, poi decidete.
Quali sono le variabili? Che lei si trovi bene e sente che quello che il terapeuta dice le appartiene.


Aggiunto: Settembre 8, 2020
ELIMINA QUESTA DOMANDA RISPONDI ALLA DOMANDA Guarda IP address


Domanda allo psicoterapeuta:


Gentile dottore, qualche mese fa ho interrotto (per problemi familiari e logistici) il rapporto di psicoanalisi che avevo in corso gia' da qualche anno. Sento pero' di non aver completato il mio percorso e vorrei continuare, ma non so se sia preferibile contattare un altro psicanalista (il mio precedente terapeuta non esercita piu') o cambiare tipo di terapia e provare, ad esempio, con la terapia della Gestalt.
Mi piacerebbe conoscere il Suo parere in proposito e anche sapere cosa pensa della gestalt in generale.
Grazie molte.
Gabriele

Risposta del Dott.Zambello: Non conosco bene la terapia Gestalt. Non so darle una valutazione. Credo però che la scuola di formazione non sia poi così importante, l'importante è il rapporto paziente-terapeuta.
La psicoterapia della Gestalt non é una psicoterapia analitica.


Aggiunto: Settembre 8, 2020
ELIMINA QUESTA DOMANDA RISPONDI ALLA DOMANDA Guarda IP address


Domanda allo psicoterapeuta:


Salve dottore,
Vorrei sapere da lei quale psicoterapia ritiene più adatta per una persona con doppia diagnosi di borderline e bipolare.
Grazie

Risposta del Dott.Zambello: Una terapia di contenimento.


Aggiunto: Settembre 8, 2020
ELIMINA QUESTA DOMANDA RISPONDI ALLA DOMANDA Guarda IP address


Domanda allo psicoterapeuta:


Buongiorno dottore,
le pongo una domanda che esula un pò dal suo campo perchè riguarda più la psicologia dei comportamenti.
Ieri ho chiamato una struttura ospedaliera per chiedere un'informazione: dall'altro lato mi ha risposto una persona un pò sgarbata. L'ho ripresa educatamente e ho ricevuto una sparata pazzesca: " lei non sa chi sono io, io sono il responsabile della struttura, non il salumiere di turno ecc, ecc.". Vero è che l'ufficio competente per chiedere un'informazione non mi rispondeva e l'unico che mi ha risposto è stata la direzione, però dottore ma quando una persona si mostra educata e si relaziona con persone che, si sentono padre eterni, vuoi un medico, vuoi un commercialista, vuoi un avvocato, ma che dobbiamo fare, come ci dobbiamo relazionare?

Risposta del Dott.Zambello: Premesso che succede a tutti di incontrare persone come lei descrive. Non le saprei dire cosa bisognerebbe fare, le dico cosa faccio io. Chiudo prima possibile la comunicazione, alias, non perdo tempo con persone che non lo meritano. Non penso che debbo educarle, né so i motivi del loro comportamento: è inutile perdere tempo. Chiudo.


Aggiunto: Settembre 8, 2020
ELIMINA QUESTA DOMANDA RISPONDI ALLA DOMANDA Guarda IP address


Domanda allo psicoterapeuta:


"è la vita"? Sto cazzo! No è l'incompetenza di voi medici. Che prima mi dite che avrei recuperato quasi tutto l'udito e che avrei potuto togliere le protesi e sentirci bene anche senza, e poi quando le cose invece non vanno bene dite che non è stata colpa vostra (noo figuriamoci!) ma che è stata colpa mia perché sono nata con quella sindrome e quindi è per la malattia genetica se gli interventi non sono andati bene. Ma lo sapevate anche prima che non ero normale, solo che avete dovuto pararvi il culo e dare la colpa a me perché non sono normale e quindi "non ci si può fare niente". No, io non ci sto più. Non ci sto più che voi in pochi mesi avete già trovato un vaccino per il Covid, ma per me invece, in più di 30 anni a trovare una cura non ci avete neanche provato! Stronzi! Al prossimo che mi dice che non c'è niente da fare gli spacco la faccia. E se mi risponde ancora che "non è colpa di nessuno, è la vita" giuro che vengo fino a Milano e gliela spacco anche a lei la faccia.

Risposta del Dott.Zambello: Buon viaggio.


Aggiunto: Settembre 7, 2020
ELIMINA QUESTA DOMANDA RISPONDI ALLA DOMANDA Guarda IP address


Domanda allo psicoterapeuta:


Gentile dottore,
Nonostante questo periodo difficile dal punto di vista sanitario, sono riuscita a prenotare una visita ORL. Soffro di otosclerosi bilaterale dall'età di 12 anni, ho subito due interventi nel corso degli anni, entrambi però senza nessun beneficio. Ho consultato tantissimi specialisti che, dopo i due interventi andati male, non hanno fatto altro che dirmi che sono inoperabile e che mi devo affidare solamente alle protesi. Peccato che ormai io ci senta pochissimo anche con le protesi perché la malattia, purtroppo, progredisce e anche rapidamente visto che, ahimé, sono ancora giovane.
Data la situazione clinica non semplice, ho dovuto cercare un otorino che fosse particolarmente specializzato in trattameto dell'otosclerosi e in generale della sordità neurosensoriale, che avesse avuto in cura anche persone affette dalla mia patologia genetica, che purtroppo complica di parecchio le cose. Ci ho messo parecchio per trovarlo, non è stato facile e, purtroppo, esercita in una città piuttosto distante dalla mia, in un'altra regione. Io penso che valga la pena tentare ancora, ho solo 35 anni e vorrei poter fare una vita normale, cosa che adesso non mi è possibile. Mia madre però mi ha detto che non mi devo fare nessuna illusione, che quasi sicuramente sarà inutile che io vada là perché dopo due interventi andati male, pure questo otorino mi dirà che non si può fare niente e che sono inoperabile.
Anche il mio medico curante, quando qualche settimana gli ho chiesto di farmi l'impegnativa per gli esami audiometrici che dovrò portare in visione allo specialista, mi ha chiesto se ero sicura che valesse la pena di fare dei km e continuare a consultare degli specialisti, vista la mia situazione. Insomma me l'ha fatta l'impegnativa alla fine, ma ho capito che se fosse stato per lui non me li avrebbe fatti fare quegli esami, tanto resterò comunque sorda.
Io non so cosa fare, sono già estremamente demoralizzata e con l'ansia a mille. Non voglio sentirmi dire ancora per l'ennesima volta che per me non c'è nulla da fare. Non è giusto. E non capisco per quale motivo io non debba poter avere mai un minimo di supporto da nessuno. Mi sembra che tutti quanti mi remino contro, perché?

Risposta del Dott.Zambello: Cara Signora, noi ci conosciamo da un po' di tempo e ho la possibilità di dirle che c'è di sicuro una persona che rema contro di lei: lei.
Poi, io non sono un otorino, non saprei proprio quali sono le possibilità. So che la medicina é limitata. Facciamo molto rispetto a decenni fa ma, pochissimo in senso assoluto.
Ci vada dal medico ma, non pensi che sarà colpa sua se le dirà che non può farci niente.
La smetta di pensare che c'è un colpevole. Non c'è nessun colpevole; questa é la vita.


Aggiunto: Settembre 7, 2020
ELIMINA QUESTA DOMANDA RISPONDI ALLA DOMANDA Guarda IP address


Domanda allo psicoterapeuta:


Dottore salve ...non so se la mia domanda sia pertinente a questo spazio che lei dedica ....ma seguendola nel tempo ho imparato ad avere stima di lei e delle sue risposte e forse cerco un aiuto in una persona estranea alla vicenda. In pratica ho scoperto mio malgrado che mio padre tradisce mia madre e non so che fare...dottore il pensiero mi tormenta ...non darei mai questo dolore a mia madre anche se questo significa mentirle per la vita...Mi dia un consiglio ...cosa dovrei fare ?affrontare mio padre ?affrontare questa terza persona? oppure non dire nulla ...
la prego aiuti una persona che in questo momento si sente smarrita e ferita da un dolore che mai avrebbe immaginato di avere.
Grazie per il suo tempo.

Risposta del Dott.Zambello: Non c'è dubbio: non interferisca nel rapporto dei suoi genitori. Ma soprattutto, non giudichi suo padre. Ogni coppia trova un suo equilibrio che all'esterno non si può valutare e tanto meno giudicare.


Aggiunto: Settembre 7, 2020
ELIMINA QUESTA DOMANDA RISPONDI ALLA DOMANDA Guarda IP address


Domanda allo psicoterapeuta:


Buonasera Dott. Zambello le vorrei chiedere due cose differenti e con nessuna correlazione tra di loro.
La prima è se lei è d'accordo sulle sedute a distanza (online) vedo che vengono spesso proposte dai terapeuti ultimamente. Cosa ne pensa? Hanno la stessa valenza di quelle fatte di presenza?

La seconda domanda riguarda invece i bambini. Mia figlia di 10 anni per cause di forza maggiore cambierà scuola. Tutti stanno criticando la mia decisione. Io penso che i bambini abbiano così tante risorse da superare bene la cosa. Non ci vedo un dramma ma alcuni mi dicono sarà traumatico. :!thinking:
Lei cosa ne pensa?
Grazie

Risposta del Dott.Zambello: Sulla prima domanda npn ho dubbi: funziona al 100%, unica variabile le aspettative del paziente. Un paziente che cerca un seting con poltrona e stretta di mano, potrebbe sentirsi spiazzato.

Il cambiamento di una scula per un figlio é sempre un piccolo dramma che spesso si risolve con il raggiungimento di una migliore autonomia da parte del figlio. Unico consiglio: stategli un po' piu vicino nelle prime settimane.


Aggiunto: Settembre 6, 2020
ELIMINA QUESTA DOMANDA RISPONDI ALLA DOMANDA Guarda IP address
Powered by PHP Guestbook 1.7 from PHP Scripts
 
Numero di domande: 2215 Numero di pagine: 222 « First ‹ Precedente 1 2 3 4 5 6 7 8 Successivo › Ultima »

Medico psicoterapeuta e psicoanalista

Viasualizza la cartinaDott. Renzo Zambello
Via G. Fiamma 15 20129 Milano
Tel.+39 02 6697907
Cell. +39 347 2282733

Per appuntamento contattare telefonicamente
o via email
zambello.renzo@gmail.com