Paura della paura, questo è l’attacco di panico

Paura della paura

Paura della paura

Attacco di panico e conseguente paura della paura

Paura della paura e ancora oggi l’attacco di panico è una malattia che fa paura e non viene riconosciuta con difficoltà. In realtà può essere perfettamente curata fino alla guarigione. È una sorta di bugia del cervello che tiene sotto scacco per tutta la vita le persone colpite perchè non curate correttamente. In uscita il libro-verità per chiarire le cause e fornire i rimedi più efficaci per uscire dal recinto di questa malattia invalidante.

Paura: il cervello ci racconta una bugia

Il volume Panico! una bugia del cervello che può rovinarci la vita. Il libro  è un’intervista della giornalista Cinzia Tani a Rosario Sorrentino, neurologo  in cui l’esperto sottolinea la necessità di intervenire precocemente. Occorre  una terapia farmacologica mirata per evitare la cronicizzazione del disturbo. Nel suo libro, Sorrentino lancia un allarme che dissacra la psicoterapia. Sotto accusa le lunghissime e spesso inutili terapie psicoanalitiche che non solo non sortiscono alcun risultato.  Anzi, sottraendo il paziente alle cure farmacologiche necessarie, possono contribuire al peggioramento dei sintomi del panico. Ciò perché   i malati vengono sottoposti  a uno stress prolungato, con costi elevati e conseguenze negative sulla qualità di vita. Il neurologo e la giornalista nel libro sottolineano cosa bisogna sapere e cosa si deve fare per non avere più paura della paura. Si arriverà  a non credere più a quella bugia che tanto pesantemente può condizionare l’esistenza delle persone colpite dal panico.

Paura, attacco di panico: le cause

Nel libro l’esperto richiama l’attenzione tra i fattori ambientali che possono, nelle persone predisposte, scatenare le prime crisi di panico. Ad esempio quando esposte a un eccesso di anidride carbonica (CO2) negli ambienti chiusi, non sufficientemente ventilati come la metropolitana. Così pure in l’aereo, al cinema, al ristorante e sui mezzi pubblici. L’autore conclude che l’attacco di panico non è né un’invenzione, né un capriccio.  E’ un evento che è stato possibile fotografare esattamente nel momento in cui si è verificato, grazie all’aiuto della risonanza magnetica funzionale. E ciò scagiona una volta per tutte dal sospetto che i pazienti vengano spesso etichettati come malati immaginari.

Da: http://www.lastampa.it

Commento del Dott. Zambello

Ho più volte detto che ciò che il dott. Serrentino sostiene, non è vero. Non lo dico solo io, lo dicono le statistiche, studi clinici che cito nel video.

Con la psicoterapia non solo statisticamente diminuisce sensibilmente il numero degli attacchi ma  é mia esperienza che questi scompaiano fin dalle prime settimane.

A distanza di tempo con la psicoterapia si  azzera le possibilità di recidive. Non so perché Sorrentino insista con questa teoria che certamente non fa bene a nessuno, soprattutto ai pazienti.

Video: Attacchi di panico e Psicoterapia del Dott. Zambello

Del Dott. Renzo Zambello il libro: “Ricordi e Riflessioni di uno Psicoanalista” . Ed. Kimerik.

3 Commenti

  1. dr.ssa Rosaria Scarambone 6 Giugno 2008
  2. Dr.Zambello 6 Giugno 2008
  3. dr.ssa Rosaria Scarambone 6 Giugno 2008

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *