Studio: Via G. Fiamma 15, 20129 Milano Tel : 02 6697907 Cell :347 2282733
Menu


Domanda allo psicoterapeuta:


Buongiorno dottor Zambello,
trovo molto interessante questa sezione del suo sito e stavo scorrendo fra le domande più recenti.
Ho notato che, in una delle ultime domande, ha dato indicazione su una professionista di Bergamo; io sono di Brescia e anch'io sono in crisi con il mio attuale terapeuta, avrebbe qualche nominativo da consigliarmi in questa zona (Brescia e provincia)?

La ringrazio e le auguro una buona domenica

Risposta del Dott.Zambello: A Brescia c'è la Dottoressa
Catini Beatrice

Via Valle Camonica, 4 – Pisogne (Brescia)

Non la conosco personalmente ma so che è una psicoanalitica formata all'AIPA


Aggiunto: Gennaio 17, 2021
ELIMINA QUESTA DOMANDA RISPONDI ALLA DOMANDA Guarda IP address



Domanda allo psicoterapeuta:


Buongiorno Dott. Zambello, mi perdoni la curiosità. Chi è l'autore del quadro che compare nel suo bellissimo articolo: Anima, l'essenza che la psicologia non cerca? Munch?
Grazie.
Cordiali saluti.
Francesca

Risposta del Dott.Zambello: Si, è un dipinto di Edvard Munch dal titolo "La Separazione".


Aggiunto: Gennaio 15, 2021
ELIMINA QUESTA DOMANDA RISPONDI ALLA DOMANDA Guarda IP address


Domanda allo psicoterapeuta:


Grazie dottore per la Sua disponibilità.
Un caro saluto


Aggiunto: Gennaio 14, 2021
ELIMINA QUESTA DOMANDA RISPONDI ALLA DOMANDA Guarda IP address


Domanda allo psicoterapeuta:


Grazie dottore per la sua risposta.
La mia terapeuta è a indirizzo analitico, ma mi sembra che ci sia ben poco di psicodinamico nelle nostre sedute.
Io abito in provincia di Bergamo e il mio disagio è che non riesco a trovare la mia strada e la mia indipendenza nella vita, sono sempre succube degli altri

Risposta del Dott.Zambello: A Bergamo c'è la Dott.ssa Carla Stroppa Via Porta Dipinta, 10, 24129 Bergamo BG.
È una grande psicoanalista verso la quale io nutro grande stima.

035 242884


Aggiunto: Gennaio 14, 2021
ELIMINA QUESTA DOMANDA RISPONDI ALLA DOMANDA Guarda IP address


Domanda allo psicoterapeuta:


Buongiorno dott. Zambello,
quando vado dalla mia psicoterapeuta, mi sembra di fare delle "chiacchierate inutili e superficiali" ed è frustrante; non sono sicura della mia scelta ma allo stesso tempo non saprei a quale altro professionista rivolgermi. Mi piacerebbe ricevere un suo consiglio/indicazione.
Grazie, la saluto cordialmente

Risposta del Dott.Zambello: Gent.ma Signora, non mi dice niente né della sua terapeuta, in quale scuola si è formata ma soprattutto niente di lei.
Ad esempio, dove abita, qual è il suo disagio?


Aggiunto: Gennaio 14, 2021
ELIMINA QUESTA DOMANDA RISPONDI ALLA DOMANDA Guarda IP address


Domanda allo psicoterapeuta:


Buonasera, mia madre di 80 anni, da circa un anno, si è trasferita dal sud al nord per ricongiungersi con me e la mia famiglia... è autosufficiente e vive da sola... Io ho due bimbi piccoli... il problema per il quale chiedo un suo parere è il seguente: se con i miei bimbi, non vado a trovarla, per più di un determinato intervallo di tempo... si deprime e, peraltro, non fa nemmeno nulla per nasconderlo, intendo dire che usa un timbro di voce depresso a telefono, sebbene poi, lo neghi a domanda diretta... Ho avuto modo di notare che in linea di principio non devono passare più di 5-6 giorni... il punto è che Io vado volentieri a trovare mia madre, pur con tutti i limiti di pesantezza tipici delle persone anziane, ma vorrei che questo, rimanesse un piacere e non un dovere a scopi terapeutici... vorrei poterci andare quando posso e voglio in libertà e non invece dovendo fare attenzione che non trascorri, quello che per lei viene avvertito, come "troppo tempo fra una visita e l'altra" e dunque...in che modo potrei uscire da questa situazione?

Grazie

Risposta del Dott.Zambello: Gent.mo Figliolo,
riconosco la sua disponibilità e attenzione ai bisogni della madre. Ma, quello al quale lei non ha ancora rinunciato è al suo ruolo di figliolo, con i diritti e doveri legati al ruolo. Per dirla in termini un po' esemplificativi, lei è ancora un bamboccione. Si, capisco che è indipendente, ha una famiglia ma, si aspetta che la madre ottantenne sia ancora in grado di fare la madre e capire il figlio. No, non è così. Da una certa età il figlio diventa padre della propria madre e gestisce i rapporti consapevole del suo ruolo.
Ora io non ho niente da suggerire sul cosa fare e come fare con sua madre ma, sappia che lei è il padre e non c'è spazio per il suoi bisogni di figlio.


Aggiunto: Gennaio 4, 2021
ELIMINA QUESTA DOMANDA RISPONDI ALLA DOMANDA Guarda IP address


Domanda allo psicoterapeuta:


Dottor Zambello vorrei tanto parlarle come posso fare, so che riceve anche online.

Risposta del Dott.Zambello: Mi chiami al 3473382733 da giovedì 7 dalle 9 alle 19.
Grazie.


Aggiunto: Gennaio 3, 2021
ELIMINA QUESTA DOMANDA RISPONDI ALLA DOMANDA Guarda IP address


Domanda allo psicoterapeuta:


Egr. Dott. Zambello, in quali casi è più indicata una psicoanalisi freudiana e in quali casi è più adatta quella junghiana?

Aggiunto: Dicembre 30, 2020
ELIMINA QUESTA DOMANDA RISPONDI ALLA DOMANDA Guarda IP address


Domanda allo psicoterapeuta:


Gent.mo dott. Zambello,
è da anni che sono confusa riguardo alla mia identità di genere, non riesco veramente a capire se io mi senta più uomo o più donna. Sto già affrontando un percorso di psicoterapia dinamica ma non ho ancora trovato il coraggio di affrontare neanche lontanamente il discorso. Cosa posso fare? Questa mia confusione mi genera disagio e sofferenza...

Risposta del Dott.Zambello: In realtà, per quanto lei possa sentirlo strano, credo per via di un condizionamento sociale, al quale tutti siamo sottoposti, lei si sente se stessa.
Nessuno di noi è totalmente uomo o donna o omosessuale o qualsiasi altra variabile che temporaneamente conquistiamo. Siamo tutto, uomo e donna.
Basti pensare a quale attrazione provochino i transessuali.
Il bambino, come diceva Freud è totipotente.
Certo, poi facciamo "delle scelte" o per lo meno rendiamo possibile socialmente, il piacere sensuale. Ma, una parte di noi continua a restare totipotente.
Ora io non so quale tipo di difficoltà lei abbia nell'affrontare queste sue parti del se' ma a questo serve la terapia: conoscerci e utilizzare il meglio possibile le nostre energie.


Aggiunto: Dicembre 23, 2020
ELIMINA QUESTA DOMANDA RISPONDI ALLA DOMANDA Guarda IP address


Domanda allo psicoterapeuta:


Salve dottore sono un ragazzo di 38 anni in cura con cipralex da più o meno quattro anni mi e stato diagnosticato il doc e di conseguenza un rimurgino continuo il tutto e'scaturito da una defaiance a livello sessuale con la mia attuale compagna da lì il rimurginio e il conseguente problema di erezione che si ripresenta sempre al momento del rapporto ci tengo a dire che con il cipralex a livello morale sto molto meglio mi sento sereno però ogni volta che c e un approccio sessuale con la mia compagna il problema d erezione puntualmente si ripropone,in questo periodo stiamo cercando un figlio e il problema si e addirittura accentuato...riducendo la mia vita sessuale a dei rapporti poco soddisfacenti,mi chiedevo se la cura con l antidepressivo potesse essere accompagnata anche con l aiuto di un vasodilatatore tipo Cialis Viagra...così da poter vivere la mia sessualità come la mia vita in modo soddisfacente ovviamente l idea sarebbe quella di poter acquisire più sicurezza a livello sessuale e con il tempo cercare di eliminare il cipralex e l eventuale vasodilatatore per vivere appieno entrambe le cose senza l aiuto di farmaci?lei cosa ne pensa?e un approccio possibile o sarebbe peggio per la condizione in cui mi trovo?

Aggiunto: Dicembre 18, 2020
ELIMINA QUESTA DOMANDA RISPONDI ALLA DOMANDA Guarda IP address
Powered by PHP Guestbook 1.7 from PHP Scripts
 
Numero di domande: 2298 Numero di pagine: 230 « First ‹ Precedente 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Successivo › Ultima »

Medico psicoterapeuta e psicoanalista

Viasualizza la cartinaDott. Renzo Zambello
Via G. Fiamma 15 20129 Milano
Tel.+39 02 6697907
Cell. +39 347 2282733

Per appuntamento contattare telefonicamente
o via email
zambello.renzo@gmail.com