Sesso veloce, o meglio, eiaculazione precoce si può curare

Sesso veloce o Eiaculazione precoce

Sesso veloce o Eiaculazione precoce

Il sesso veloce nelle coppe, o meglio l’eiaculazione precoce è uno dei problemi che prima o poi  affliggono il 50% dei maschi ma,  si può curare.

Sesso veloce: L’ eiaculazione precoce è causa di vergogna per molti uomini e, non nascondiamoci, anche di frustrazione per molte donne.E’ il problema sessuale più frequente. Si calcola che circa il 20% della popolazione maschile abbia questa disfunzione.Intanto cerchiamo di capire cosa sia l’eiaculazione.Prima di tutto si ha la contrazione dei condotti deferenti, delle vescicole seminali e della prostata e nello stesso momento si chiude lo sfintere della vescica.Il liquido seminale viene spinto nell’uretra prostatica.

Successivamente le contrazioni ritmiche dei muscoli genitali spingono il liquido seminale fuori dall’uretra in zampilli.Quando si può parlare di eiaculazione precoce allora? Continua da sopra: Si parla di eiaculazione lieve quando avviene entro 1-2 minuti o 10 spinte; eiaculazione di grado medio entro 15-30 secondi o 8 spinte; eiaculazione grave se avviene prima della penetrazione o entro 15 secondi o 3 spinte.

Qual è la cosa più giusta da fare in questi casi?Sicuramente fare una visita uroandrologica. Il medico prescriverà esami di laboratorio e esami strumentali. Durante la visita il medico provvederà a osservare la lunghezza del frenulo, valuterà lo stato della ghiandola prostatica e cercherà di capire se c’è una componente psicologica. Una volta stabilito che non ci sono cause organiche  al fatto che fare un sesso veloce,  alla eiaculazione precoce,  allora state tranquilli e cercate prima di tutto di rilassarvi.

Vediamo qualche regoletta:

1. Il sesso è un atto di piacere voluto da entrambi, quindi al bando ogni forma di ansia. Rilassatevi, abbracciatevi, accarezzatevi, annusatevi ma con calma e senza fretta. Soprattutto la prima volta fate l’amore prima con gli occhi che con il proprio corpo.

2. Se avete problemi lasciate stare l’atto sessuale in sé e fatevi dei lunghi massaggi.

3. Sorridete. Non fate sesso pensando a cose serie o a cosa dovete fare domani. Lasciate il resto del mondo fuori e ridete mentre state insieme vi aiuterà a rilassarvi.

4. Respirate profondamente, riempiendo e svuotando i polmoni fino in fondo. La respirazione profonda risveglia i sensori del piacere.

5. Dimenticate le performance amatorie di film erotici. Le donne non amano fare sesso in quella maniera. Amano essere coccolate e abbracciate.

6. Quando vi accorgete che l’eccitazione sale, fermatevi sia voi che la vostra partner. Rallentate il ritmo. Sentirete ancora di più quello che state facendo.

7. Parlate con la vostra ragazza, create un intimità cerebrale e un’atmosfera di complicità.

da: http://www.julienews.it

Commento del Dott. Zambello

Il giornalista che ha scritto l’articolo sembra voler fare la parte del “buon medico” di famiglia di una volta che diceva: “… su, su, non ti preoccupare, vedrai che tutto andrà bene… fai un buon respiro…” E perché no, aveva ragione, ha ragione anche chi ha scritto questo articolo. Ma, rimane il problema che la eiaculazione precoce, il  “sesso veloce”,  è un vero disagio psicologico ed è motivo di gravi insoddisfazioni personali e di coppia.

Nella mia esperienza spesso,  non è sufficiente un approccio di tipo comportamentale, il disagio è il sintomo di un problema psicologico più profondo. E’ quello che bisogna rimuovere e una psicoterapia-dinamica può aiutare molto.

42 Commenti

  1. andrea 30 maggio 2009
  2. andrea 30 maggio 2009
  3. Dr.Zambello 30 maggio 2009
  4. francesco 26 agosto 2009
  5. giovanni 21 settembre 2009
  6. Dr.Zambello 21 settembre 2009
  7. Francesco gi 27 dicembre 2011
    • Dr.Zambello 27 dicembre 2011
  8. pasquale 11 aprile 2012
    • Dr.Zambello 15 aprile 2012
  9. manuel 24 luglio 2012
    • Dr.Zambello 24 luglio 2012
  10. Manuel 28 marzo 2013
    • Dr. Zambello 28 marzo 2013
  11. Manuel 28 marzo 2013
  12. giuseppe 9 maggio 2013
    • Dr. Zambello 9 maggio 2013
  13. nicola 23 maggio 2013
    • Dr. Zambello 24 maggio 2013
  14. Robi 29 maggio 2013
    • Dr. Zambello 29 maggio 2013
  15. enri 27 gennaio 2014
    • Dr. Zambello 28 gennaio 2014
  16. enri 28 gennaio 2014
  17. Giuseppe 20 marzo 2014
    • Dr. Zambello 21 marzo 2014
  18. ep1985ep 5 maggio 2014
  19. Roberto 23 maggio 2014
  20. cosimo 26 maggio 2014
    • Dr. Zambello 26 maggio 2014
  21. andre2848 2 gennaio 2015
    • Dr. Zambello 3 gennaio 2015
  22. Antonio 8 gennaio 2015
    • Dr. Zambello 14 gennaio 2015
  23. Mario 17 gennaio 2015
    • Dr. Zambello 23 gennaio 2015
  24. Alberto 15 febbraio 2015
    • Dr. Zambello 27 febbraio 2015
  25. mario 23 maggio 2015
    • Dr. Zambello 23 maggio 2015
  26. Roberto 13 giugno 2017
    • Dr. zambello 13 giugno 2017

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *