3 commenti su “Attacchi di panico ho paura di impazzire: difesa dalla frammentazione del Sé

  1. Dott. Zambello, innanzitutto complimenti per il suo lavoro.
    Io soffro da anni di attacchi di panico e non ho mai preso nulla.
    Lei in merito dice che potrebbe non dipendere dalla chimica del cervello, e lo credevo anch’io, ma avendo appena finito di leggere un libro “La Strana Malattia” di Ligorio, mi sono ricreduta.
    Voglio chiederle allora se è possibile che un ipersensibilita’ dei recettori della serotonina possa essere la causa dei sintomi legati all’ansia e nel mio caso dei miei frequenti attacchi di panico.
    Premetto che in passato sono stata da diversi psichiatri e tutti mi hanno prescritti dei farmaci che io non ho mai preso.
    Grazie

    1. Non credo che mai, mai, sia solo una questione di “organico” come d’altra parte non credo sia una questione solo di “mente”, pensiero. Noi siamo sempre l’uno e l’altro. Quale sia poi la strategia per intervenire da un punto di vista terapeutico dipende da tantissime variabili. Non c’è quella giusta o sbagliata a priori. E’ sempre frutto di una ricerca da fare in due: paziente-terapeuta. Unica necessità: la mancanza di preconcetti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *